giovedì 7 febbraio 2019

Goran Kuzminac

Il 18 settembre dell'anno scorso ho perso un fratello maggiore.
Non credo che riuscirò mai a elaborare il lutto.
Era un magnifico musicista e songwriter, ma soprattutto un uomo autentico, profondo, arguto e divertente come pochi, uno scanzonato e serissimo bambino con la barba innamorato della vita...



martedì 22 gennaio 2019

Alessio Lega, Ambaradan

Poi ci sono addirittura inqualificabili personaggi che scrivono canzoni così.

Eccheccazzo, ci vorrebbe più rispetto per la nostra nostra gloriosa storia patria!
Non guasterebbero un po' di sana censura, bastonate e olio di ricino...

Prima gli Italiani! Padroni a casa nostra!

"Siamo trenta d’una sorte,
e trentuno con la morte.
       EIA, l’ultima!
     Alalà!"





P.S. Alessio Lega, sciaguratamente, è proprio un anarchico marcio. Non c'è speranza di guarigione.

lunedì 21 gennaio 2019

Francesco Guccini, Canzone di notte n. 2

Francesco Guccini ha pubblicato Canzone di notte n. 2 nel LP Via Paolo Fabbri 43, disco del 1976 passato alla cronaca e alla storia perchè il titolo era il suo indirizzo autentico di quando abitava a Bologna.

Il brano in questione ha superato abbondantemente i quarant'anni: dunque, secondo i cultori dell'attuale filoneismo starnazzante e acritico, è un rottame antiquato e inservibile, per giunta maleodorante di comunismo e anarchia, da avviare insieme al suo autore al più vicino impianto di compostaggio, purchè provatamente ecologico, s'intende. 

Purtroppo, però, questa canzone mantiene ancora una sua disperata attualità, ben evidente per chi ascolti attentamente il testo.




P.S. Guccini, in realtà, non è e non è mai stato nè comunista nè anarchico, ma "il libertario è sempre controllato dal clero, dallo stato" e quello che conta non è la conoscenza critica, ma l'opinione social dei più che oggi inneggiano ai nostri ineffabili vicepresidenti del Consiglio.
Buon pro vi faccia, "stanche pecore bianche".
 

martedì 8 maggio 2018

Comunicazione di servizio


   S'informano i pochi internauti interessati a questo blog che il signore efficacemente effigiato qui sotto, candidato alle elezioni regionali del Friuli - Venezia Giulia del 29-04-2018 nelle prestigiose liste di Forza Italia, non ha purtroppo ottenuto l'ambìto e quanto mai ben meritato seggio di consigliere regionale.



   Ad attenuare, sia pure solo imperfettamente e parzialmente, il cordoglio valga la plebiscitaria elezione di questa avvenente signora dallo sguardo magnetico, candidata nelle ancor più prestigiose liste della Lega (non più Nord).



 Siamo in ottime mani, Deo gratias.

Fuarce Friûl (copyright D. Zampa).